7 de febrero de 2012

É DECEDUTO ALL’ETÁ DI 79 ANNI VITALIANO VITA.

image

“I Giovani dell’Associazione Giovani Italo Venezuelani (AGIV) si uniscono al dolore della famiglia Vita per la scomparsa di questo Gran Uomo, Genio di un cuore enorme consegnato alla Collettivitá Italiana in Venezuela e Am. Latina”. Riposa in pace Vitaliano! Sarai sempre il nostro esempio a seguire.”

PROFILO di VITALIANO VITA

Vitaliano Vita è nato a Roma e ha trascorso parte della sua giovinezza a Chieti,  in Abruzzo, ove si è distinto nelle attività sportive come l’atletica leggera. E' poi tornato a Roma per gli studi Universitari, laureandosi in scienze politiche. In Venezuela si è dedicato anche ai problemi dell’Emigrazione: dal 1985 è stato eletto in tutte le elezioni dei Comites che si sono tenute, cosi come ha partecipato a due elezioni del Cgie risultando il primo degli eletti nel Consiglio di Presidenza.

E’ stato nominato dal Presidente della Repubblica Grande Ufficiale dell’Ordine della Solidarietà. Ha svolto e svolge attività giornalistica, ricevendo nel  2001 il Premio Val di Sole per  un Giornalismo Trasparente. Ha collaborato  con  la Settimana Parlamentare, il quotidiano economico Ore 12, Civiltà Cattolica, Corriere di Caracas e piu recentemente con Pagine, un giornale molto diffuso che si dedica  ai problemi degli  italiani all’estero. Le sue opinioni vengono distribuite via telematica a centinaia di migliaia di connazionali all’ estero (lo scorso anno il sito www.italiani-allestero.com   che ospita il giornale Pagine, ha fatto registrare circa 2milioni di accessi). I suoi scritti, molti ed in settori diversi della politica dell’Emigrazione, sono riportati dalle piu importanti agenzie di informazione  come Google, Virgilio, Adnkronos, Aise, Inform, Grtv e Newsitaliapress, e possono essere consultati attraverso qualunque ricercatore web. E' membro del consiglio direttivo della Federazione Unitaria Stampa Italiana all'Estero (FUSIE)

  • E’ rappresentante eletto della comunità italiana in Venezuela dal 1985 ininterrottamente fino ad oggi, sia nel Comites che nel Cgie ove è stato eletto ripetutamente, riportando il maggior numero di preferenze e rimanendo nel CdP per 7 anni.

  • Ha fatto parte del Comitato dei 500, dei fondatori del nuovo Partito Popolare Italiano, del quale poi è divenuto Consigliere nazionale e successivamente nominato dall'On.Buttiglione rappresentante degli italiani nel mondo. Dopo la scissione dei popolari scrisse una lettera ai segretari dei partiti italiani cattolici  con la quale li esortava a rimanere uniti ed a osservare nei programmi politici i principi ispiratori dell’ etica cristiana.

  • E’ stato uno dei  fautori e promotori del passaggio satellitare delle trasmissioni Rai (1988-89)  e della Convenzione Rai Cgie per la estensione delle trasmissioni Rai tramite parabola.

  • Durante la prima crisi economica venezuelana ha guidato la delegazione italiana che sollecitò ed ottenne la inclusione del Venezuela tra i paesi in via di sviuluppo, beneficiari degli aiuti della Cooperazione, missione che ebbe come risultato la erogazione di un contributo a fondo perduto di 1000 milioni di dollari.

  • Ha fatto parte della commissione Rai – Cgie e della Commissione Anagrafe del Cgie; è stato incaricato, prima dal Cgie e quindi dal  Mae, di effettuare prove per la bonifica dei dati raccolti dalle anagrafi consolari, riuscendo ad individuare anzitempo il numero dei dati mancanti ed errati presenti nelle registrazioni della anagrafe degli italiani residenti in  Venezuela, circostanza che ha poi promosso la bonifica dell’ Aire ancora in corso.

  • Nel 1996 è stato promotore dell’accordo con l’Università di Oriente (Udo) del Venezuela (87000 iscritti), tuttora vigente, con il quale si è stabilito l’insegnamento della lingua italiana, come materia curriculare a partire dal 5 e 6 anno delle facoltà di Turismo e amministrazione alberghiera. Si è trattato di un avvenimento senza precedenti, una vera vittoria che poi ha aperto le porte ad una convenzione per l’estensione dell’insegnamento dell’italiano anche alle scuole inferiori.

  • Come rappresentante eletto della comunità Italiana di Caracas e degli italiani dell’America Latina, ha partecipato alle Conferenze del 1987 e del 2000 degli Italiani nel Mondo. Alla Conferenza di Buenos Aires sul Voto all’estero, di cui è stato coordinatore ed estensore del documento finale. Quindi alla successiva Conferenza del Cgie “ sul Voto all’ estero”  nella quale venivano confermati gli schemi e gli obiettivi della Conferenza di Buenos Aires;  alle Conferenze sull’Informazione di New York, San Paolo , Berlino e Milano, alla Conferenza Scuola  e Cultura di Montecatini, alla Conferenza sull’Assegno sociale indetta dal Cgie, di cui fu relatore, alle pre-conferenze nazionali della Conferenza Mondiale degli italiani nel mondo, alla Conferenza sui diritti della Donna in migrazione di Roma, della quale fu coordinatore.

  • Nel corso della sua attività e in conseguenza degli incarichi ricoperti, ha  realizzato documenti  istituzionali  sui più  importanti argomenti e temi della emigrazione, tra gli altri: il documento delle Comunità italiane di America Latina sul Voto (Buenos Aires 1991); Documento del Cgie sul  voto all’estero, Roma, 1992; il Documento Cgie  sull’Assegno Sociale, Roma 1993; il Documento Cgie sulla rete consolare, Roma 1994; il  Documento Cgie sulla bonifica dei dati dell’Aire, Roma 1995; Costituzione di una rete informatica, Roma 1996; Giovani: Emigrazione di ritorno, Roma 2000.

  • Come informatico ha realizzato il primo sito della emigrazione www.italiani-allestero.com (circa mille pagine web con tutte le informazioni istituzionali e normative che possono interessare gli italiani all’estero). Nel 1998 ha realizzato il primo giornale a “stampa a remota”, circostanza che ha reso possibile di stampare a distanza, in loco, gratuitamente,  gli esemplari di Pagine, nel numero, formato e colore desiderati, evitando l’onere dei resi e delle spese di trasporto e rendendo contestuale la trasmissione delle informazioni da continente a continente. Ugualmente ha realizzato un notiziario- gratuito- multilingue  (italiano, inglese, spagnolo e portoghese) che  consente, minuto per minuto, agli italiani nel mondo di ricevere continuamente nel proprio PC i titoli ed eventuale testo - nei diversi idiomi – delle piu importanti notizie italiane ed internazionali.

  • A sostegno di un  sussidio permanente in favore degli anziani indigenti che vivono nei paesi di America Latina, recentemente a realizzato una ricerca  per individuare il numero dei connazionali  ultrasessantacinquenni indigenti che risiedono nell’ area, accertamento da sempre ritenuto indispensabile  dal legislatore. La ricerca oltre ad individuare i paesi esteri di residenza ed il numero totale degli interessati, è  riuscita a raggrupparli per comuni, province e regioni italiane di provenienza offrendo la possibilta ad ogni comune di valutare in via presuntiva il rischio dei rientri.

  • Come opinionista negli ultimi 5 anni ha scritto centinaia di articoli sui vari problemi della emigrazione, molti dei quali raccolti nella rubrica “l’opinione di Vitaliano Vita” su www.italiani-allestero.org e negli archivi di AdnKronos e delle agenzie di informazione Aise, Inform, Grtv, NIP.

  • Ha sostenuto e sostiene l’inserimento dei giovani italiani all’estero nelle forze lavoro in Italia; la estensione ai giovani italiani residenti all’estero dei benefici previsti dalla Legge 236/93 (lavoro autonomo ); della legge 95/95 imprenditoria giovanile; 608/96 credito onore,  riassunti nella legge 185/2000; il telelavoro;  il turismo di ritorno ed il   progetto una Casa in Italia.

  • Da ultimo, anche in considerazione del riconoscimento costituzionale della Circoscrizione Estero, si è fatto promotore di una rete informatica che permetta di individuare gli italiani nel mondo e consenta loro, attraverso internet e telefonia, di  comunicare e   scambiare informazioni. Il progetto prevede la istituzione di una rete per la diffusione delle informazioni e, quando possibile, della somministrazione di servizi tramite comunicazione informatica per la creazione dei  documenti ammessi all’autocertificazione, con risparmio di centinaia miliardi (in termini di tempo e costo) per l’Amministrazione e per l’utenza.

  • Vitaliano Vita ha svolto attività multiformi in favore delle Comunità Italiane; ha  incoraggiato e promosso iniziative  tese a rafforzare i vincoli con il Paese di origine e mantenere salde le tradizioni e la cultura italiana, come nel caso della diffusione della lingua italiana anche nelle località periferiche delle nostre comunità, grazie anche alla introduzione della didattica informatica e dell’e.learning. E’ membro della Federazione delle associazioni italiane in Venezuela (FAIV) ed è stato  per ripetuti esercizi nel direttorio nazionale; ha fondato il Centro Italo Venezuelano di Margarita, la Casa di Italia di Porlamar, la Federazione Laziali del Venezuela, la Federazione Abruzzesi di Oriente, Azzurri nel Mondo del Venezuela, il Movimento Cristiano Lavoratori del Venzuela (MCL), Il patronato Sias di Venezuela, l’ente di formazione e addestramento lavoratori – Efal del Venezuela, la Federazione Insegnanti ed Enti Gestori di Venezuela (FIEGIV), l’Osservatorio per la Diffusione dell’Informazione e Cultura Italiana (ODICI), l’Associazione Civile Italiani all’Estero.

  • Con la crisi dell’America Latina si è fatto promotore di una serie di iniziative  per estendere ai giovani italiani residenti nel continente le agevolazioni previste in Italia per l’imprenditoria giovanile, l’imprenditoria femminile, il  credito d’Onore, ed il contributo alle micro e piccole imprese costituite da italiani in America Latina.

1 comentario:

  1. Complimenti per l'articolo, Johnny! Non lo sapevo e mi dispiaccio. Mio padre me ne ha sempre parlato bene!!! Un caro saluto, Silvia Alciati

    ResponderEliminar

COMENTA LA NOTICIA AQUÍ...ES FÁCIL!