26 de mayo de 2010

Cursos de formación profesional “Mario Olla” para jóvenes de origen “Toscana” en el Mundo

image REGIONE TOSCANA
Bando di concorso per l’assegnazione di borse di formazione professionale “Mario
Olla” per giovani di origine toscana residenti all’estero , della durata di 4 mesi per attività formativa tramite tirocini in aziende presenti nel territorio della Regione
Toscana.

Art. 1
La Regione Toscana nell’ambito del “Piano degli interventi a favore dei toscani all’estero 20 10 - L.R.26/09” bandisce, in esecuzione della delibera della Giunta Regionale n. 296 del 15.03.2010, un concorso per titoli per il conferimento di borse di formazione professionale “Mario Olla” riservate a giovani di origine toscana residenti all’estero.
Art. 2
Il programma della borsa di formazione professionale, che indicativamente si svolgerà a partire da ottobre 2010, prevede:
- 1 mese di corso di approfondimento della conoscenza della lingua italiana. In questo periodo verrà svolto anche il programma culturale ed un primo riscontro tra le aspettative dello stagista e l’azienda individuata per lo stage ;
- 3 mesi di tirocinio formativo presso piccole e medie imprese tradizionali dell’economia toscana, con l’obiettivo di offrire ai borsisti le competenze necessarie per perfezionare ed arricchire la propria esperienza professionale.
Il programma prevede la formulazione di un piano formativo individuale per ogni borsista in cui indicare le competenze pratiche e le competenze teoriche che saranno acquisite durante la borsa di formazione professionale nelle aziende.
Il programma ha carattere prettamente pratico e non intende realizza re corsi di studio, né corsi di formazione professionale.

I settori individuati per l’anno 20 10 sono:

a. design per l’abbigliamento;
b. oreficeria e lavorazione pietre dure;
c. lavorazione della ceramica;
d. falegnameria e restauro del legno;
e. restauro pittura su tela e su tavola;
f. lavorazione artistica del marmo;
g. ristorazione (professioni di gelataio, cuoco, pasticciere);
h. architettura, ingegneria e restauro architettonico;
i. grafica pubblicitaria.

Art. 3
Possono partecipare al concorso coloro che:
a) siano in grado di dimostrare interesse ed attitudine nonché una conoscenza generale della materia
oggetto della borsa di formazione professionale mediante curriculum vitae che dimostri gli studi e le
attività professional i svolte;
b) siano di origine toscana residenti all’ estero;
c) siano di età dai 18 ai 32 anni;
d) non svolgono un’attività lavorativa come dipendenti pubblici ;
e) abbiano conoscenza base della lingua italiana, confermata con dichiarazione scritta del Presidente della Associazione dei toscani all’estero del la propria area o in assenza , dal Coordinatore continentale, da allegare alla domanda di partecipazione;
f) non abbiano già partecipato alle precedenti edizioni della borsa di formazione professionale .
Art. 4
La borsa di formazione professionale , della durata di 4 mesi, coprirà le spese relative al soggiorno (vitto e alloggio), ai trasferimenti quotidiani e le spese di assicurazione. Per le spese di viaggio sarà rimborsato il 50% del costo del biglietto di andata e ritorno finalizzato alla borsa di formaz ione professionale.
Art. 5
L’attività che sarà erogata dalla borsa di formazione professionale prevede, per ogni borsista, un impegno massimo di 36 ore settimanali, le quali saranno articolate secondo un programma concordato tra azienda e borsista.
Art. 6
La domanda di ammissione al concorso, corredata dai documenti richiesti , redatta in carta semplice e indirizzata al Presidente della Giunta Regionale dovrà essere spedita a mezzo posta , preferibilmente raccomandata A/R (o strumento postale similare dis ponibile nello stato estero di residenza) alla Regione Toscana, Settore Attività Internazionali - Ufficio dei Toscani all’Estero - Piazza Unità Italiana, 1 – 50123, Firenze, in modo da garantire l’arrivo del plico entro e non oltre il 60° giorno da quello della pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana e dovrà essere anticipata senza gli allegati entro le ore 13.00 della stessa data via fax ( +39 055 438 4130), a pena di esclusione.
La Regione Toscana non assume responsa bilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte dell’interessato, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Art. 7
La presentazione della domanda implica l’accettazione incondizionata delle norme del presente bando .
3
Art. 8
Il candidato nella domanda deve dichiarare sotto propria responsabilità:
a) cognome e nome ;
b) residenza;
c) titolo di studio conseguito nel settore pre scelto;
d) di essere di famiglia di origine toscana, indicando in modo preciso gli ascendenti ed il luogo di origine degli stessi;
e) indirizzo, numero di telefono (anche num ero di telefono mobile), fax, eventuale e -mail presso il quale dovranno essere inv iate le comunicazioni relative al concorso ;
f) di non avere riportato condanne penali e non avere in corso procedimenti penali ;
g) indicazione del settore prescelto, nonché le esperienze maturate nel settore stesso ;
h) di non svolgere già un’attività lavor ativa come dipendente pubblico .
Art. 9
Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:
a) certificato del titolo di studio conseguito e qualsiasi altro titolo di attività professionale eventualmente svolta ;
b) copia di ogni altro titolo atte stante la frequenza di corsi professionali e tirocini aziendali nel settore d’interesse corredati anche da foto o disegni attestanti lavori eseguiti ;
c) dichiarazione, da parte dei datori di lavoro, delle esperienze maturate nel settore ;
d) elenco di tutti i documenti e dei titoli presentati ;
e) attestazione di essere di origine toscana, con relativa indicazione degli ascendenti e del luogo di provenienza degli stessi;
f) documenti attestanti le condizioni disagiate, in considerazione del reddito del nucleo familiare;
g) attestato di disoccupazione emesso dalla struttura competente, con copia autenticata del libretto/documento di lavoro (per coloro che sono disoccupati al momento del la presentazione della domanda);
h) eventuale lettera di presentazione dell’Associazione toscana presente nel territorio di provenienza, o in caso di assenza di questa, dal C oordinatore continentale. Tale lettera deve attestare una conoscenza minima della lingua italiana da parte del candidato, così come specificato all’ar t.3 lettera e);
i) fotocopia di un documento di riconoscimento valido.
Il certificato di diploma di scuola e gli altri certificati eventualmente presentati al concorso potranno essere redatti in carta libera, a condizione che sui medesimi sia fatta menzione dell’ uso a cui sono destinati, e potranno essere presentati i n copia fotostatica autenticata.
Qualsiasi altra difformità nelle dichiarazioni e nella documentazione richiesta dal bando costituirà motivo di esclusione dal concorso .
4
Art. 10
Il concorso è per ti toli e prevede l’assegnazione dei seguenti punteggi: titoli di studio (si considera il titolo più elevato) scuola dell’obbligo 5 punti diploma di scuola media superiore:
- in materie attinenti al settore indicato per la borsa di formazione professionale 10 punti
- altro diploma superiore 5 punti laurea:
- in materie attinenti al settore indicato per la borsa di formazione professionale 15 punti
- altra laurea 5 punti condizioni disagiate 15 punti condizione di disoccupazione 10 punti
corsi di formazione professionale nel settore prescelto 10 punti
tirocini formativi aziendali nel settore prescelto 20 punti
candidatura presentata dall’Associazione di riferimento o dal coordinamento continentale 2 punti
Per l’assegnazione del punteggio relativo alle condizioni economiche disagiate del partecipante occorre inviare un documento rilascia to da un Ente locale oppure dal Consolato o da un patronato attestante le condizioni di bisogno, come descritto al punto f) dell’art. 9.
Per l’assegnazione del punteggio relativo alla condizione di disoccupazione il partecipante deve inviare un documento rilasciato da una struttura competente attestante lo stato di disoccupazione e la copia del libretto di lavoro, come descritto al punto g) dell’art. 9.
Per l’assegnazione del punteggio relativo alla candidatura presentata dall’Associazione di riferimento è necessario che il candidato presenti la lettera di presentazione dell’ Associazione toscana presente nel territorio di provenienza , in caso di assenza di questa, dal coordinamento continentale .
Tale lettera deve attestare una conoscenza minima della lingua italiana da parte del candidato, come descritto al punto h) dell’art. 9.
Si fa presente che il punteggio massi mo ottenibile è pari a 72 punti.
Art. 11
La graduatoria sarà formata in base alla valutazione effettuata con giudizio insindacabile da una Commissione indicata dal decreto dirigenziale .
5
Art. 12
La Commissione al termine dei lavori, redigerà una tabella dei punteggi attribuiti a ciascun concorrente e compilerà la graduatoria generale di merito per settore contenente il punteggio complessivo attri buito a ciascun concorrente .
Il giudizio della commissione è insindacabile ed è esclusa ogni designazione ex aequo; nel caso fosse assegnato identico punteggio la maggiore anzianità farà precedere nella graduatoria . La borsa di formazione professionale che si renderà disponibile per rinuncia o decadenza del vincitore o altro motivo potrà essere assegnata al candidato risultante idoneo nell’ordine di graduatoria .
Art. 13
La borsa di formazione professionale è conferita in base alla graduatoria stilata dalla Commissione Giudicatrice del concorso. L’esito del concorso sarà notificato e comunicato a ciascun candidato.
Entro 7 giorni dalla data di ricezione della comunicazione dell’esito del concorso, il vincitore dovrà far pervenire alla Regione Toscana, Dire zione Generale della Presidenza, Ufficio dei Toscani all’Estero, Piazza Unità Italiana, 1 – 50123, Firenze, una dichiarazione di accettazione. Con detta dichiarazione l’assegnatario della borsa di formazione professionale dovrà dare esplicita assicurazione, sotto la personale responsabilità, che non usufruirà durante tutto il periodo di durata
della borsa di altre borse di formazione professionale né di altri analoghi assegni o sovvenzioni.
L’assegnatario dovrà inviare, allegati alla predetta dichiarazione, i certificati in carta libera, di nascita e di cittadinanza.
Art. 14
Il borsista decadrà dal godimento della borsa di formazione professionale e perderà ogni diritto:
a) nel caso in cui non sia comunicata la conferma della partecipazione entro 7 giorni dalla data di ricezione della comuni cazione dell’esito del concorso;
b) se dopo aver iniziato l’attività, non prosegua senza giustificato motivo;
c) se si renda responsabile di gravi e ripetute mancanze;
d) nel caso che dia prova di non possedere sufficie nti attitudini all’attività a cui è demandato la dichiarazione di decadenza avverrà con lettera del responsabile regionale della borsa di formazione professionale in questione;
e) l’eventuale abbandono del progetto per gravi motivi personali o di salute dovrà comunque essere concordato con i referenti della Regione Toscana.
Art. 15
Alla scadenza della borsa di formazione professionale gli assegnatari dovranno predisporre una particolareggiata relazione sull’attività svolta vistata dal rappresentante delle categorie economiche e delle agenzie formative presenti in Toscana, gestori del progetto delle borse di formazione professionale, e dal funzionario regionale responsabile della borsa di formazione professionale .
6
Art.16
Con l’accettazione della borsa di formazione professionale non verrà a costituirsi in alcun modo una posizione di diritto che possa essere invocata per la trasformazione della borsa stessa in rapporto di lavoro a qualsiasi titolo.
Art. 17
Il borsista deve richiedere, presso il proprio Consolato italiano, i documenti necessari all’espatrio e alla permanenza in Italia per motivi di studio in base alla durata della borsa stessa.
Art. 18
Qualsiasi informazione relativa al concorso di cui al presente bando potrà essere richiesta alla Regione Toscana, Direzione Generale della Presidenza, Ufficio attività a favore delle comunità toscane all’estero – Piazza Unità Italiana , 1 - 50123 Firenze, tel: +39 055 438 2913, fax +39 055 438 4130, e-mail: crete@regione.toscana.it .
Art.19
Agli interventi previsti nel presente bando si applica il Codice in materia di protezione dei dati personali e la direttiva per l’attuazione del codice stesso che prevedono la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali.
Secondo quanto previsto dalla normativa, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza.
Ai soggetti coinvolti competono tutti i diritti previsti dall’art. 7 del Codice.
L’utilizzo dei dati che riguardano i candidati ha come finali tà la gestione delle procedure per la selezione e saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto con l’assegnatario della borsa di formazione professionale per le finalità inerenti la gestione del rapporto
medesimo.
Il conferimento dei dati è obbligatorio, il loro mancato conferimento tramite i moduli previsti dagli uffici regionali non da luogo ai benefici stessi.
La gestione dei dati è informatizzata e manuale.
I dati saranno trattati dal personale del Settore Attività In ternazionali della Direzione Generale della Presidenza e saranno comunicati ad atri soggetti competenti alla organizzazione degli interventi a seguito di formale atto del Dirigente del Settore.
Il Titolare del trattamento è: Regione Toscana - Giunta Regiona le.
Il responsabile del trattamento è il Dirigente del Settore Attività Internazionali della Direzione Generale della Presidenza.
I dati potranno essere trattati anche per scopo statistico e di ricerca sull’emigrazione toscana, anche con nomina di un respo nsabile esterno del trattamento.
I dati saranno trattati dal personale del Settore Attività Internazionali della Regione Toscana d’intesa con gli uffici del CEDIT (Centro Diffusione Imprenditoriale della Toscana), il cui Direttore è nominato Responsabile Esterno del trattamento per le fasi di competenza.

http://www.regione.toscana.it/

1 comentario:

  1. Hacer una adecuada capacitación abre muchas puertas laborales. La formación profesional es indispensable en la actualidad.

    ResponderEliminar

COMENTA LA NOTICIA AQUÍ...ES FÁCIL!